giovedì 3 giugno 2010

chapter 38 - Maps & Atlases - Perch Patchwork / Alcoholic Faith Mission - Let This Be the Last Night We Care


solo 2 dischi in recensione ma che dischi.
C'è da dire una cosa molto importante, l'etticheta
del momento è la Barsuk. Nomi come Ra Ra Riot, Menomena, Death Cab for Cutie, David Bazan sono tra i gruppi preferiti della nuova scena statunitense. E per restare in tema l'album che vi propongo è quello dei Maps & Atlases dal titolo Perch Patchwork, i quali hanno appena annunciato che rilasceranno il loro album di debutto il 29 giugno. Ancora un'altra grande band di Chicago, Il cantante / chitarrista David Davison torna a lavorare con la band dopo il suo album solista che è stato rilasciato l'anno scorso (e anche grande). Canzoni che con la loro particolare agitazione, sono la somma matematica delle note di chitarra e batteria, guidate da melodie vocali che raccontano storie con immagini liriche, il tutto legato insieme forma un'immagine di lattine attaccate alla macchina degli sposi. Psych-folkies. Abilmente edificato su percussioni e turbolenze acustiche intorno alla sua voce scherzosa che esercita un fascino chiassoso il tutto condito dal sassofono su brani come Pigeon e archi, piacevolissimo. Oltre alla novità dell'uscita del disco, hanno anche annunciato una serie di date di pre-album giro per gli Usa, alcune date di apertura, alcune da headliner, altre con il grande Frightened Rabbit. 3,5/4 stelle.

Adesso parlo di un lavoro che avevo nel mio lettore da un paio di mesi e , se avete presente quelle stranezze che piano piano vi entrano nel cervello, ecco, ci siamo.
Questo quintetto danese di Copenaghen con la fissazione americana
mi ha colpito. A meno di un anno dopo l'acclamato "421 Wythe Avenue"(che non conoscevo), il collettivo indie Alcoholic Faith Mission è pronto con il nuovo lavoro(il loro terzo), "Let This Be The Last Night We Care"
Il 2009 è stato un anno pazzesco per gli Alcoholic Faith Mission - con tour in Europa, Giappone e Stati Uniti che così migliaia di blogger e giornalisti musicali internazionali hanno scritto un sacco di recensioni entusiastiche.
In primavera la band ha suonato dal vivo in USA, Francia, Inghilterra, Benelux, Scandinavia, Svizzera, Austria e Germania. Let This Be the Last Night We Care continuerà dove 421 Wythe Avenue ci ha lasciato. Sempre con l'intensità di band come Arcade Fire e Broken Social Scene mescolati con le melodie più soft come Bon Iver e Iron & Wine, Alcoholic Faith Mission è un melting pot di synth, campionamenti, trombone, chitarra, basso, batteria e voci sorprendenti - e molte altre sorprese, che mescolati tra loro suonano in maniera fantastica.
Se il 2009 è stato un anno fantastico per la Missione di Fede Alcolica, il 2010 se i presupposti sono questi sarà ancora meglio. Please Enjoy!!! 3,5/4 stelle.

Check Comments for Bonus!

3 commenti:

  1. Maps & Atlases - Perch Patchwork
    http://www.mediafire.com/?yk1nlzmhhyk

    Alcoholic Faith Mission - Let This Be the Last Night We Care
    http://www.mediafire.com/?mcu2mm5zxmw

    RispondiElimina
  2. CLAP CLAP CLAP

    Saluti,
    Addison.

    RispondiElimina
  3. che fine hai fatto????

    RispondiElimina